Ricomincio da qui

meditazione-in-solitudine
Immagine presa dal web

È passato poco più di un mese dalla morte di mia mamma Angelica, la mia mamma adottiva, e non mi sento ancora pronta a continuare senza di lei. Ripenso ai momenti belli, a quando faceva ridere con la sua meridionalità, intrisa di una morale che aiuta a superare anche le cose brutte. Certo non era una guerriera e più di una volta ho lamentato il peso della sua vita aggrappata alla mia, ma era di sicuro la persona che mi conosceva di più e che più di tutti mi ha voluto bene per quella che ero.

Non le ho mai parlato del blog e dei miei libri, non le ho mai detto quanto mi piacesse scrivere. Perché lei non avrebbe capito, non avrebbe apprezzato e mi avrebbe frenata in qualche modo… oppure perché io non ero abbastanza aperta con lei. Forse, più che i freni che ci pongono gli altri, sono le nostre insicurezze a trattenerci. E chi ci sta intorno raccoglie solo le motivazioni che diamo ai nostri fallimenti e alle nostre paure. Forse non era lei a inibire la mia sincerità, ma le colpe che io stessa mi attribuivo e che facevano diventare tutto quel che mi riguardava un fatto privato… proprio perché lei quel privato lo viveva ogni giorno con me, mettendo a nudo tutte le mie debolezze.

E se in vita mi ha insegnato molto, morendo mi ha fatto comprendere che le emozioni e le cose che ci stanno a cuore non sono delle colpe, ma qualcosa di speciale da condividere con chi amiamo e ci sta vicino. E tante sono le cose che avrei dovuto condividere con lei e non l’ho fatto, tante sono le volte in cui vorrei condividerle ora e non posso.

A te mamma, questa canzone sarebbe piaciuta. Tu che chiedevi solo di vivere la vita un po’ di più…

124 pensieri su “Ricomincio da qui

  1. Buon giorno cara Dora, ti capisco.. anche io ho perso l’occasione con mia madre biologica di aprirmi a lei, e dirlo almeno una volta che lo amavo a modo mio.. e morta a gennaio di 17 anni fa, e stranamente lo sento ancora vicino a me..

    non so se c’è in un futuro l possibilità di incontrare le persone che ci hanno lasciato.. di pongo le mie sincera condoglianze e ti abbraccio con affetto bussi 🌻💛

    Piace a 1 persona

  2. Che belle parole hai scritto. Credo sarebbe orgogliosa di queste tue riflessioni, perchè da queste si evince quanto sia stata importante per te… e lo è tuttora. Penso siamo tutti destinati a sentire di non aver detto mai abbastanza…forse è giusto anche che sia così.

    Piace a 2 people

    • Sì, sarebbe orgogliosa di me, come lo è sempre stata…
      Come ho appena scritto su facebook:
      Amare vuol dire accettare le persone per quel che sono. Certo, ci sono stati momenti di scoraggiamento, ma non sarebbe più stata lei se fosse stata diversa. E quella che mi manca ora e a cui vorrò sempre bene, è lei e non quella che avrei voluto che fosse… E se ora parlo di lei è per riconoscerle la forza che, nonostante tutto, mi ha trasmesso…

      Piace a 2 people

  3. Tante cose non si dicono a chi abbiamo accanto. Anch’io con mia madre avevo un pudore, un orgoglio che mi impediva spesso di dirgli quanto gli volevo bene. Poi all’improvviso quando è stata male gli sono stato vicino e ho recuperato molto attraverso i gesti e gli sguardi. Meno con le parole ma so che infondo non sono così importanti, almeno con chi ti conosce da sempre… Ti sono vicino in questo dolore e in questa mancanza. Un abbraccio.

    Piace a 1 persona

  4. Belle parole, intrise di sincerità molto profonda. Eppure è vero che quanto noi percepiamo, da altri è sentito in modo sempre differente… Con mio padre potevo discutere di tutto, solo quando mi ha lasciata, con l’agonia di una panciona al 5° mese, ho compreso che avevo ancora così tanto da condividere con lui. È da 16 anni che gli parlo, nel sonno, nel quotidiano, quando cammino nella natura… in fondo lui non mi ha mai lasciata poiché continua a vivere dentro di me nel posto più bello: il mio cuore!
    Un forte abbraccio :-)c

    Piace a 1 persona

  5. Ci vuole tanto , tanto tempo.Mio
    padre manca da 20 anni e mia madre è sprofondata in una tristezza senza fine…non ha mai cambiato pagina.Non fare come lei ma sappi che è dura abituarsi alla mancanza per chi riesce.

    Piace a 1 persona

    • Con questo post, infatti, voglio ricominciare, a scrivere e stare nel mondo. Quel che mi addolora non è solo la mancanza, ma il rimpianto di non averle saputo, o voluto, dare ciò che mi chiedeva. Ma la storia che abbiamo condiviso è stata così complicata che non posso dire se ora saprei comportarmi diversamente. Non è il primo affetto che perdo, di lutti ne ho avuti parecchi, ma nessuno come lei ha saputo lasciare un’impronta così forte… Il tempo sana tutte le ferite e aiuta a convivere con ciò che è stato, aiutandoci ad accettare ciò che non potrà più essere… ed io nel tempo confido, nel frattempo cerco di dare una risposta a quelle domande che non ho mai fatto… Ti abbraccio forte

      Piace a 4 people

  6. Mi ci ritrovo in queste righe, anch’io con mia mamma ho un rapporto simile. Anch’io a lei non racconto di quello che scrivo, per gli stessi motivi, e in generale anch’io rendo “privato” il mio mondo più intimo. È impressionante leggere queste righe e trovarci così tanto di somigliante. Ti abbraccio sinceramente ❤

    Piace a 1 persona

  7. Hai fatto soltanto ciò che ti sentivi ed era da fare. Il resto non ha proprio nessunissima importanza. Penso che anche la tua mamma non sarebbe così contenta di saperti così accerchiata dai sensi di colpa. I sensi di colpa sono quanto di più inutile nell’esistenza di un individuo, dal momento che non ci è dato di ripetere la partita. Dunque lascia perdere e torna a scrivere: non c’è modo migliore per ricordare e rendere il dovuto onore, mandando al diavolo i sensi di colpa…
    Un abbraccione

    Piace a 2 people

  8. nota a “margine” che dimostra ancora di più il tuo essere vera!
    Quel giorno che mio padre morì io non ero presente ero lontano a sbrigare “faccende” di naja (il servizio militare), ma capii subito che avrei rimpianto “qualcosa”, quel qualcosa che arrivò quasi subito, tremendo e senza rimedio : dirgli ti voglio bene! Una piccola frase, tre parole naturali che invece non trovarono mai la strada della voce, sebbene mi suonassero continuamente in petto! Ma non perchè lui non meritava di sentirsele dire, anzi, meritava eccome, eppure non si affacciarono mai dalle mie labbra! Dirai perchè, non so spiegartelo e non so spiegarmelo! E’ un cruccio e un dolore che ancora mi porto dentro e che mi fa rabbia. Ho sentito la colpa per anni, ma, ora a distanza di molti anni, mi piace pensare che le abbia sentite, attraverso i miei gesti, le mie piccole cose di ogni giorno, dai sorrisi che gli illuminavano gli occhi!
    Ti abbraccio carissima Dora.
    P.s. conosco il brano, bellissimo, credo proprio che le sarebbe piaciuto!

    Piace a 1 persona

    • Le motivazioni ce le portiamo nel cuore, forse le vediamo ma facciamo finta di nulla, per conviverci serenamente, perché sono errori che non riusciamo a giustificare. Ed abbiamo bisogno di credere che sia qualcosa di incomprensibile, magari di misterioso perché possa darci una piccola assoluzione che quasi non vogliamo… Non possiamo nulla e continuiamo a struggerci e rimproverarci…
      Ti stringo forte Sarino.
      Sì, le sarebbe piaciuta, si sarebbe divertita ad ascoltarla…

      Piace a 1 persona

  9. Tua mamma, si trova fra le mani forti e buone di Dio.
    Questa speranza, unita all’affetto che conserverai nel tuo cuore, possano essere luce, in questo momento delicato.
    Condividere è importante.
    Aiuta.
    Pian piano, stai ripartendo.
    Ricominci da qui. Ma ora, in tutti i momenti, lei ti sarà accanto.
    Son sicura che sarà fiera di te, quando finalmente, scoprirà questo blog e ciò che le tue emozioni riescono a trasmettere.
    Ti abbraccio.
    Forte.
    ❤️

    Piace a 2 people

  10. Dora sono vicino a te con affetto e comprensione …la mia e morta da 18 anni e non c’è giorno che un profumo , un libro una canzone , un fiore , non me la faccia ricordare 🌹❤️Quello che hai scritto e’ immensamente bello e commovente 😘Un abbraccio forte dal profondo del cuore

    Piace a 1 persona

  11. Leggo con estrema tenerezza e con una morsa che mi stringe dentro per le tue parole, per l’amore che emanano, per quello che avresti voluto dirle e saprà vegliandoti e proteggendoti da lassù. Un abbraccio molto in ritardo, è mi scuso mortificata, ma colmo di affetto grande!

    Piace a 1 persona

  12. Dora cara, ho difficoltà a scrivere in questo periodo, ma ti ho già detto il mio pensiero nel post precedente, perciò ti esprimo solo tutto il mio affetto e ti abbraccio forte. Ricomincia a scrivere, Dora, ti aiuterà molto. Io ti aspetto. Un bacio.

    Piace a 2 people

  13. Sicuramente adesso avrà letto di te, conoscerà le tue passioni e forse si dispiacerà del fatto che tu non ti sia aperta mai con lei. Ma capirà. Come tutte le mamme.
    Non credo ci sia lutto più brutto da elaborare, che quello di un genitore. Un abbraccio forte Dora.

    Piace a 2 people

  14. Ti ha amata per come sei,anche con le tue difese o i silenzi. A volte ci si confronta e si mostra vicinanza anche senza il bisogno di parlare,il pudore stesso è un atto d’amore o di protezione. Lei resta parte di te oltre silenzi e parole.

    Un abbraccio forte

    Piace a 2 people

  15. Mi dispiace molto cara Dora.
    Gennaio.. brutto mese anche per me,Mi riportano i ricordi dei miei genitori,mancati nel mese di Gennaio.
    Neanche io feci in tempo a farle leggere il mio libro di poesie,A mia madre gli piacevano,ogni anno gliene spedivo parecchie dedicate a lei,la mia famiglia…figli e nipoti vivono in America.
    Ti abbraccio tanto❤

    Piace a 2 people

  16. Il tuo libro cara Dora devo ancora finirlo, iniziai a leggerlo,ma..arrivata ad un certo punto non ce lo fatta a continuare.
    Avevo bisogno di staccare,riprendere il controllo della ragione.. calmarmi,accettare… che purtroppo esistono queste menti malate.
    Mi complimento con te,per la tua bravura nella scrittura,nel tuo porti con rispetto e delicatezza verso i lettori con cui tratti gli avvenimenti più drammatici.
    Continuerò in questo periodo,La verità vuole il suo coraggio per affrontare…il male che ci circonda.
    Ti abbraccio cara Dora❤

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.