È uscito Le mie pagliuzze

17270659_389676064735756_2137394565_n

Aveva cinque anni quando è stata violata la sua libertà di crescere. Vive cercando un modo per tenere lontano chi richiede da lei attenzioni troppo grandi per una bambina. Non sa di essere vittima, non sa di avere il diritto di dire di no all’abuso. Può contare solo su se stessa e sulla sua forza di volontà. Una volontà che non l’abbandona, che alimenta la ricerca continua di risposte e soluzioni e che la porterà a comprendersi e accettarsi.

Per le foto ringrazio la tipografia La Buona Stampa – Caserta. È una grande emozione poter vedere il mio libro finalmente stampato.


Questo libro è autobiografico, ma romanzato. Ho cambiato i personaggi e creato delle situazioni che ben si adattassero al mio vissuto. Le emozioni sono le mie, come lo è ogni pensiero, ogni paura, ogni traguardo raggiunto. Sono io quella bambina.

Metto nelle vostre mani la mia vita, per dare ad essa uno scopo. Non avrebbe senso tenere per me tutto ciò che ho compreso e che potrebbe aiutare altri. Il mio obiettivo è spiegare cosa accade nell’animo in seguito all’abuso. Non parlo di casi clinici, di risvolti eclatanti, ma di “normalità”, perché gli episodi che presentano segni di violenza evidente sono solo una minima parte. Nella maggioranza dei casi resta tutto nel segreto, vissuto come una colpa meritata, ignorando la propria innocenza. Con Le mie pagliuzze, inoltre, intendo incoraggiare a liberarsi dal senso di colpa: io sono la prova che si può.

Non intendo schierarmi né a favore né contro alcuno, tranne che dalla parte del bambino, a cui voglio dar voce. Io non accuso, non istigo, non ho conti in sospeso né intraprendo battaglie in nome di qualcuno. Spiego, informo e pretendo ascolto, non per me, ma per la bambina che sono stata e per la quale sento di avere una grande responsabilità. Per questo vi chiedo di condividere, di diffondere, senza remore e senza pudore. Vi esorto a prendervi carico, insieme a me, di questa responsabilità, perché un figlio abusato è figlio dell’intera società. E con la voce che do alla bambina che sono stata, vi chiedo: vi importa di me? Vi importa aiutarmi, sostenermi? Allora fatelo, aiutatemi come più potete. Non è la mia ambizione che andrete a sostenere, ma la ricerca di una soluzione, perché l’uomo smetta una volta per tutte di cibarsi dei propri piccoli.

Nei precedenti post potete trovare:

L’articolo che mi ha ferita e mi ha fatto comprendere uno dei motivi per cui esiste il senso di colpa.

La prefazione della Dott.ssa Annarita Arso, per il mio libro  Le mie pagliuzze.

Il punto di partenza di questo libro.

Per ora potrete trovare il libro sul sito della casa editrice

Le Parche Edizioni

Amazon

E presso:

Libreria Pantaleon – via Giuseppe Grassi 14 – Torino

Libreria Fontana – via S.Francesco d’Assisi 18/H – Torino

Sogni di carta -Corso Garibaldi 27 – Cremona

Libreria Mondadori Bookstore Piazzetta A. Guarino 65 – Galleria C.so Vittorio Emanuele -Avellino

Libreria Mondadori – Piazzale Tecchio – Napoli
Libreria Giorgio Lieto – Viale Augusto, 43/51 – Napoli

Il libro è disponibile su tutti i circuiti online e può essere ordinato in qualsiasi libreria.


Vi lascio un video dal film L‘uomo bicentenario, da cui è tratto il mio avatar. Egli come me aveva voluto dare un senso alla sua vita, scegliendo di Essere, prima di tutto…

85 pensieri su “È uscito Le mie pagliuzze

  1. Che emozione vedere il tuo libro, prendere vita…..
    Un Brindisi a te.
    Ed un pensiero, a chi leggendo le tue parole, trarrà conforto e coraggio.
    Tu sei la voce, di chi l’ha persa da tempo, insieme all’impotenza ed ai sensi di colpa.
    Perché si può sempre ricominciare.
    Un abbraccio forte forte, cara Dora.
    Dio, segua sempre i tuoi passi.

    Liked by 2 people

  2. Ciao Dora complimentoni per essere riuscita a raggiungere questo traguardo. Ti auguro con tutto il cuore grande successo e grandi soddisfazioni. Adesso mi hai incuriosita e mi sa che potrebbe essere uno di quei libri che leggerò. Per il momento un caro abbraccio 🙂

    Liked by 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...