Perché questo blog

Come ho detto più volte, è stato il libro che vorrei pubblicare sull’abuso che ho subito da bambina ad avermi dato la spinta principale ad aprire questo blog. Ma di fondo c’è la consapevolezza di ciò che sono. Dopo anni spesi a cercare me stessa, ora so chi sono e quanto valgo. L’abuso, l’adozione, il terremoto e tante altre cose “minori” hanno inciso sulla mia vita e sulle mie scelte più di quanto avrei voluto, ma col tempo, la volontà ed il rispetto per me, sono riuscita a pulire la mia immagine “ai miei occhi” e a pretendere una mia presa di posizione. Sì, questo blog è la mia presa di posizione, in difesa dei bambini e dei giovani che non hanno colpa di ciò che si trovano a vivere. Voglio gridare al mondo gli errori degli adulti, il loro egoismo ed egocentrismo. Voglio dire a tutti coloro che hanno sofferto che non hanno colpa del loro dolore e che non devono dimenticarlo. Anzi, devono ricordare con tutte le loro forze e pretendere un riscatto. Non è giusto ascoltare chi suggerisce di dimenticare e di guardare avanti perché ormai è tutto passato… No, no e no, dimenticare è sbagliato! Secondo loro è la scelta giusta, ma solo perché è la più facile e comoda per tutti. Quel che si deve fare invece è venir fuori dal ruolo di vittima e guardare i fatti in maniera obiettiva, perché non è solo dell’assoluzione degli altri che abbiamo bisogno, ma della nostra soprattutto.

Sono vissuta alla mercé degli adulti dal giorno in cui sono nata. Su di me hanno riversato debolezze e depravazione. Sono stata usata affettivamente e fisicamente e per anni mi sono sentita sporca, sbagliata, cattiva, finché non ho capito il torto che stavo facendo a me stessa, continuando a fare il gioco di chi voleva zittirmi. Perché è così: fino a quando non accetteremo la nostra innocenza, ci zittiremo e manterremo il segreto.

Mai rinnegare ciò che si è stati e i comportamenti passati. Eravamo noi, alle prese con difficoltà che non tutti sarebbero stati in grado di sopportare. Guardiamo a ciò che eravamo con gratitudine, perché, se non fosse stato per la forza che abbiamo avuto, forse ora non saremmo in grado di essere ciò che siamo. Continuando a rinnegarci, invece, ci comporteremmo come tutti coloro che si sono girati dall’altra parte mentre stavamo soffrendo.

Vi assicuro che non è una passeggiata, anzi è stato molto faticoso. Ma, se lo si vuole veramente, si può riuscire ed io ne sono la prova. Il blog serve a questo: attraverso il mio vissuto e le mie emozioni voglio esortarvi a venir fuori dalla gabbia dove vi hanno rinchiusi… Qualcuno potrebbe avere da ridire sulla facilità con cui parlo di me, ma ditemi, in verità, perché dovrei censurarmi? Per pudore, per privacy? Dovrei buttare nella spazzatura tutto ciò che ho imparato sulla mia pelle perché giudicato sconveniente parlarne? E perché dovrebbe essere sconveniente? E chi sarebbe a dirlo? Con quale necessità personale farebbe tale affermazione? Sarebbe sconveniente per me o per chi vuole il silenzio? Il mio non è esibizionismo né bisogno di essere consolata, così come non ho necessità di fare terapia scrivendo. Scrivo per trasmettere emozioni, per aiutare a comprendere, perché sono convinta che se ho vissuto certe situazioni è stato per farne buon uso e non per tenerle gelosamente nel cassetto a marcire insieme al mio animo. Se non scrivessi di esse, continuerei ad essere come gli altri vorrebbero che io fossi…

426 pensieri su “Perché questo blog

  1. Grande Dora! Sono perfettamente d’accordo con te, parola per parola! Parlando del dolore in generale, e non solo del caso specifico di cui scrivi tu, mi sono resa conto che è necessario viverlo, farlo passare attraverso di noi, è l’unico modo per capirlo e metabolizzarlo. Anche una delle mie maestre spirituali (che non vuole mai essere chiamata maestra) ha avuto la tua stessa esperienza e ne parla con una dolcezza e una consapevolezza fuori dal comune, senza nascondersi! Lo stesso per un mio conoscente medico tibetano, torturato dai cinesi, che è riuscito addirittura a perdonarli. Ecco, io di fronte ad anime come voi mi posso solo inchinare.
    Tanti baci Dorina bella!! ❤️❤️

    Piace a 3 people

  2. l’hai detto tu stessa : è una presa di posizione. è importantissima questa cosa. e te lo ripeto: il tuo libro: deve avere una circolazione.
    un abbraccio e un grazie sentitissimo per la semplicità e la chiarezza con cui tocchi certe problematiche puntando sulla distanza critica, nonostante tu ne sia profondamente partecipe col tuo vissuto
    buona giornata, cara

    Piace a 2 people

  3. credo che quella che tiri fuori sia forza… forza e consapevolezza… e credo anche che quello che stai facendo sia importante e doveroso…
    quantomeno come spunto di riflessione, perchè ognuno rimane libero di agire come crede di fronte alle proprie cose ma sapere che si può intraprendere una strada differente dal senso di colpa o dal vittimismo che chiude a riccio è fondamentale…
    sei un tesoro ❤

    "Mi piace"

  4. Sono con te, a fianco a te se può servire per il tuo urlo in ‘difesa dei bambini e dei giovani che non hanno colpa di ciò che si trovano a vivere’, se solo almeno uno potrà essere aiutato a non sentirsi solo, sbagliato …sarà una vittoria!
    Troviamo il modo!

    Piace a 1 persona

  5. Potrei scrivere fiumi di parole adesso, ma cercherò di essere sintetica. La cosa che a mio parere ti fa grande onore è quella di non chiudere dentro di te questa sofferenza e di trasformarla in qualcosa di utile agli altri. Per come la vedo io, stai facendo a tutti noi (non solo a chi ha vissuto esperienze simili) un grandissimo dono, io lo apprezzo e non posso che ammirare una persona che è capace di fare questo! Questa forza che trasforma e genera solidarietà e condivisione e bene per gli altri è una grande cosa, grazie! Buona giornata 😉

    Piace a 1 persona

  6. Continua così Dora, per me sei sulla strada giusta. Sfogati pure in questo blog e continua a far valere la tua forza, anche con rabbia. Se non ti avessimo conosciuta così, determinata, piena di volontà e costante nel trasmetterci i tuoi sentimenti, avremo pensato che potevamo sorvolare ad ogni articolo che ci sottoponevi, invece non è così. hai tante cose da raccontare della tua vita e ti saremo grati se continuerai a farlo attraverso questo blog. I tuoi sentimenti che condivi con noi, sono un prezioso tesoro che non va nascosto! 🙂

    "Mi piace"

  7. Ti ammiro molto, Dora, e sono contento di averti incontrata in questo mondo di “blogger” (parola che reputo orribile) e di riuscire a conoscerti ogni giorno un po’ di più.
    Io, diversamente da te, ho iniziato a scrivere come “terapia” alla situazione che stavo vivendo: una quotidianità vissuta con il peso della depressione e degli attacchi di panico. La depressione non può mai essere sconfitta del tutto, ma l’ho ben confinata ed emerge davvero raramente e la so dominare. Gli attacchi di panico invece compaiono ancora (magari con forme e modalità differenti) e la loro sconfitta è ancora lontana.
    Ammiro la tua voglia di liberarti da catene fisiche e psicologice, la tua forza morale e la capacità di superare gli ostacoli che la vita ti ha posto davanti.
    Un abbraccio sincero, speriamo un giorno di poterci abbracciare veramente.

    "Mi piace"

    • Sono vissuta per anni con la certezza di vivere dove e come mi spettava. Ma qualcosa mi ha sempre spinto a cercare risposte, a guardare oltre ciò che erano le mie convinzioni. Voglio fare in modo che altri possano riuscirci…
      Ti abbraccio forte anche io. Un giorno ci incontreremo sicuramente 🙂

      Piace a 1 persona

  8. E ora sono io a mandarti un bacio grandissimo!
    Ammiro la tua forza, amo il tuo blog e leggo di una persona splendida….la frase che più fa male è “Sono vissuta alla mercé degli adulti dal giorno in cui sono nata. Su di me hanno riversato debolezze e depravazione…” questa fa proprio male e fa pensare tanto!!!
    Vai avanti Dora, avanti con determinazione ed energia, che non ti mancano di certo!

    Piace a 1 persona

  9. Sei un grande Donna, una bella persona. Leggendo di te mi rendo conto che a volte si soffre per delle cose da poco quando poi ci sono persone che hanno sofferto o soffrono per cose ben più importanti.
    Quello che scrivi serve da insegnamento.

    "Mi piace"

  10. Ogni blog ha un suo perché, e pochi blog hanno un Perché. Il tuo è uno di quelli che appartengono a questa cerchia ristretta.
    A me personalmente piace molto anche perché oltre ad al suo Perché ne mostra altri incidentali che lo arricchiscono molto. Alla fine un blog è spesso soprattutto un caleidoscopio di noi stessi. 🙂

    "Mi piace"

  11. Vai così Dora! Chi critica quello che si scrive nel proprio spazio personale ha indubbiamente il diritto egualmente di esprimere la propria opinione esattamente come il proprietario di ciò che viene criticato il quale, al contrario di chi critica riflette la sincerità reale del proprio Io, ha il diritto insindacabile di dirgli di non leggere e di andare da un’altra parte, dove tutto è rose e fiori.
    Buongiorno!

    "Mi piace"

  12. Le ultime riflessioni del post sono semplicemente fantastiche, di una forza dirompente. Le condivido pienamente. E’ bello vedere la tua lettura del tuo passato e di come è evoluto il tuo modo di essere. Forza, coscienza e consapevolezza di dove vuoi arrivare. Davvero affascinante!

    "Mi piace"

  13. Giusto così Dora. Nessuno deve e può giudicare cosa, quanto e come comunicare, e perché mai? Siamo ciò che abbiamo vissuto e anche se tu non ne parlassi con questa esemplare chiarezza, la sofferenza emergerebbe lo stesso insieme alla tua grande forza per superarla senza scordarla. Anche certi silenzi parlano e sono convinta che il giorno in cui smetteremo di trasmettere emozioni, esperienze negative e positive, la nostra vita starà già un po’ morendo. Non servirebbe più a nessuno.
    Ammiro tantissimo la tua energia e la tua caparbietà.
    Un abbraccio
    Primula

    "Mi piace"

  14. Grandissima Dora! Mi hai stupito sai con questo pezzo. Hai dimostrato una lucidità ma soprattutto una capacità di prevenire le critiche che onestamente supera la mia stima che già avevo di te. Ti ho sottovalutato! Una presa di posizione potente, davvero potente. E hai ragione su tutta la linea, la “sconvenienza” è solo di chi vorrebbe tu tacessi. Quanto agli scopi del tuo agire, non credo possano esservene di più nobili davvero. Non tradirli mai! Un abbraccio

    Piace a 2 people

    • Non ho intenzione di tradirli, perché sono la mia forza… Non so dove e come riuscirò ad arrivare, ma questo è il mio cammino e fermarmi o tornare indietro non avrebbe senso, non mi riconoscerei più…
      Accolgo il tuo abbraccio con grande affetto 🙂

      Piace a 1 persona

  15. Per fortuna che non ti sei autocensurata! Per te,per gli altri che hanno vissuto e vivono gli orrori che hai vissuto tu,per i mostri che devono guardare in faccia la propria coscienza depravata. La vergogna non deve MAI essere delle vittime.Soprattutto se sono bambini.Sono gli adulti che devono vergognarsi perché non sanno ascoltare né proteggere i cuccioli d’uomo.

    "Mi piace"

  16. Forza di cuore ma anche di mente. Perchè occorre tanta intelligenza per sostenere tutte le varie fasi che hai attraversato, la prima di presa di coscienza e analisi dei fatti con te stessa – la seconda quindi di tuo posizionamento di fronte al mondo, a cominciare dalle persone più vicine fino a quelle più lontane, e terza fase la “missione”, stavolta in aiuto degli altri.
    E devo dire che la stai svolgendo molto bene, in perfetto equilibrio e dignità, il che non è affatto facile.

    "Mi piace"

  17. Alzare la testa e parlare apertamente e sinceramente non è facile, se uno ci riesce è da lodare. Quello che ti è accaduto e succede a tanti innocenti è parte di uno schifo immondo, disumano e parlarne, lottare è l’unica via possibile… Grazie

    "Mi piace"

  18. Fai bene a parlarne, soprattutto se fa bene a te. Credere che possa servire a cambiare le cose, è un po’ più difficile ma tentare non costa nulla. Io non ho battaglie da portare avanti ma abbraccio volentieri quelle degli altri, con l’amara costatazione che la mente e il cuore della gente sono chiusi, insensibili e incapaci di aprirsi alle esigenze e ai diritti del prossimo. C’è un muro di gomma sul quale rimbalza ogni parola, ogni pensiero che porti ad amare, rispettare e comprendere gli altri. Un muro creato dall’ignoranza e dall’incapacità di ragionare con la propria testa per cui ogni parola del profeta di turno che parla di odio, di diversità, di razza, di superiorità, diventa un mattone inamovibile. Chi predica il bene, l’amore, il rispetto per il prossimo può fare soltanto una fine: diventare oggetto del male, dell’odio e del disprezzo degli altri anche se mascherato dietro un sorriso ipocrita e un commento favorevole. Ciao.

    "Mi piace"

    • Antonio, col tempo ho imparato ad essere ottimista e sono sicura che nel mucchio ci siano persone che vogliono ascoltare, ma che non sappiano neppure che ci c’è un qualcosa da ascoltare. Per chi non vuol sentire invece, un modo esiste sempre per obbligarli a farlo. Temo di più il disprezzo che potrei avere per me stessa che non il “rimprovero” di alcuni…

      Piace a 1 persona

  19. la strada che hai scelto, è tua, solo tua … e di tutti quelli che stanno andando nella stessa direzione.
    a volte è giusto fermarsi e chiedersi se chi attraversa magari va verso mete migliori, ma a volte è giusto anche ricordarsi che magari siamo noi quelli che stiamo attraversando e la meta migliore è la nostra.

    ma forse alla fine poco importa e l’unica cosa che conta è essere felici di riuscire a camminare, anche da soli, in una direzione qualsiasi.

    altre possibilità non ce ne saranno mai più concesse!

    "Mi piace"

  20. Cara sorellina Dora, strano la vita … siamo nati in due paesi diversi, infanzie caotiche e dolorosi.. e vero da bambini si subisce tanto e rimani in silenzio, ma poi arriva il punto in cui dici NO e urli fuori nel mondo quello che ti fa soffrire e quello che non lo voi più..
    Passano gli anni e a volte mi dico proprio queste ingiustizie mi hanno reso forte e mi hanno fatto quello che oggi sono.. quasi da ringraziare la donna che mi ha patorito..
    Peccato che non avevo detto tutto quello che volevo dire a lei..
    .. io rarissimo mi sono aperta cosi pubblicamente sulle mie cose, ma mi da un senso di liberazione.. grazie per questo post .. ti abbraccio tanti tanti bussi tvb

    "Mi piace"

  21. Sta tutto nell’ultima frase, che sento valida anche per me, ma pure per chiunque si esprima con sincerità: “…ognuno col suo viaggio, ognuno diverso e ognuno, in fondo, perso dentro ai fatti suoi …” Non so se la riconosci… magari non c’entra, ma mi è venuta così, è il mio modo (da buffone) di dirti che ciò che hai scritto è molto bello. 🙂

    "Mi piace"

    • Il tuo modo non è da buffone, ma da chi le cose le guarda da dentro, con ironia e un po’ di amarezza. Siamo tutti anime cucciole che si sforzano di sopravvivere in questo mondo più grande e complicato di quanto si pensi. E la vita diventa un fardello, a volte pesante da sopportare, per tutti…
      Sono contenta che tu sia qui 🙂

      Piace a 1 persona

  22. Grande Dora, anzi grandissima !!!…colei che riesce a mettere fuori tutta la sofferenza dove alle volte tocca anche opprimerla, limitarla… alla grande forza di non mollare …Questo articolo sarà di molto aiuto ad altri casi simili … se riusciranno a risollevarsi da ciò quanto gli saranno accaduto…Un abbraccio forte forte !!

    "Mi piace"

  23. mai stare zitta se hai qualcosa da dire, il silenzio è accettato solo se ne senti il bisogno e se fa bene a te stessa. 😉 hai una bellissima forza che ti fa risplendere, un abbraccio.

    "Mi piace"

  24. Dora, in the telling of your stories, you are honoring the significance of all your experiences, your travels, your strength, your life. If anyone does have criticism for that, it isn’t worth anything at all. I admire your courage, your words that will not hold back truth. And I consider you someone I would go out to coffee with and talk the night away. Children need this advocacy, all around the world. And I am proud to follow your blog.

    Piace a 1 persona

  25. Ottimo proposito, più che mai meritevole di sostegno e fiducia, mia cara Dora. Soprattutto per dismettere quell’uso comune che vuole la vittima colpevole di chissà cosa, obbligandola al silenzio ed alla dannazione eterna di una colpa. E’un costume orribile questo: si deve tacere, altrimenti la vergogna ricade sulla vittima, mentre il colpevole potrà anche andarne fiero, tanto da ripetere all’infinito il crimine. E come si fa a non considerare ciò una perversione sociale? Una società malata e schizofrenica: se da un lato persegue la pedofilia, l’abuso, lo stupro, dall’altro fa in modo che ci si debba sentire in colpa e vergognosi per avere subito un crimine. E’davvero incomprensibile la cosa. Eppure fino a non molto tempo fa, c’era come una cappa di piombo di pregiudizio e perverso pudore, a preservare i macellai(in veste di parenti,conoscenti,chierici…) e soffocare le vittime. Fortuna che, all’oggi, grazie al coraggio ed alla forza di tante persone come te, mia dolce Dora, si sta riuscendo a ricacciare nell’angolo i criminali, perchè di crimine si tratta, dunque come tale da perseguire.
    Grazie infinite per il tuo farti testimonianza ed allo stesso tempo spunto di lotta……..
    Un abbraccio dei più cari ed un fiore dei più belli anche per il tuo coraggio

    Piace a 1 persona

  26. Sono da ammirare le persone come te che hanno il gran merito di ottenere dalle proprie sofferenze una forza con la quale dar coraggio a chi ne ha meno,a sorreggerli nel cammino di una vita spesso difficile, So che non è facile ripercorrere emotivamente certe pagine tristi della vita,ma credo sia una cosa che se ti senti di fare devi assolutamente farla per te stessa e per chi dalle tue esperienze riceverà un’impulso positivo verso la liberazione dei propri tormenti interiori.Un bacio grande cara Dora e buonanotte.

    "Mi piace"

  27. La forza che hai saputo tirare fuori da te stessa per farti parlare di tutto quello che hai subito, spero tantissimo diventi la forza di chi invece tiene tutto dentro e continua a sentirsi in colpa, sbagliata, sporca o non adeguata alle altre persone. Un grande abbraccio Dora!

    "Mi piace"

  28. dora ti ammiro e ti abbraccio… non voglio aggiungere altre parole che io sono sempre troppo prolissa… continua così. non dare retta a chi dice che sei solo esibizionista o vuoi farti compatire… non è vero e si vede dal modo in cui ne parli. questo puo essere solo dal momento in cui hai preso consapevolezza di te… e grazie di condividere con noi!

    "Mi piace"

  29. i bambini dovrebbero governare il mondo non gli adulti sanno perfettamente cosa è giusto o sbagliato invece la regola è che esseri perfettamente innocenti vengano trasformati in seriali ossessivi che non possono parlare col proprio io !!!! ….. per forza non lo hanno mai educato. Vedi Dora a mio parere chi perde l’innocenza perde la capacità della meraviglia e quindi perde la sua funzione corretta sulla terra. Io sono ateo ortodosso e credo nei valori etici. Le persone che abusano du bambini sono i peggiori di tutti proprio perchè rompono una magia la magia della vita. Non si può perdonare e non si deve ed è sempre stato così per l’uomo fino all’inizio del 1900, poco più in là. Sembra strano vero, se io ti dico guarda che se uno sbaglia tranquilla soffrirà più di te …. tu giustamente penseresti che sono ingenuo ma non era così è sempre stato diverso fino a 100 anni fà. Ora non approfondirò questo punto perchè qui non serve. Io non sono stato abusato da piccolo ma rifiutato, tu hai ricevuto troppe “attenzioni” io nessuna. In realtà sia quello che ho subito io che quello che hai subito tu sono cose profondamente sbagliate ma non dovrebbero intaccare il senso della vita, nel nostro caso lo fanno per la cultura che ci hanno insegnato, che è sbagliata profondamente sbagliata, sopratutto sui teni della famiglia e del sesso. Vedi noi occidentali pensiamo la vita come una linea un susseguirsi di eventi legati fra loro che puntano al miglioramento, quale madre o padre a parte i miei 🙂 non augurano il meglio per i propri figli tutti vogliono il meglio ma ovviamente non sarà così.In occidente c’è troppo io, ego chiamalo come vuoi e poca realtà poca fisicità, io penso che qui si tollerino degli ego mostruosi e questo li faccia rientarre in un processo di normalità. In oriente ed è questo modo di vedere il mondo che mi ha riportato alla meraviglia all’innocvenza la vita è vista come un cerchio, e va guardata dall’alto, il cerchio visto dall’alto è la tua rappresentazione, dentro al cerchio ci sei tutta te, faccio un esempio ci sono i tuoi capelli il tuo sorriso le tue lacrime la cioccolata se ti piace la cioccolata la tua visione del sesso della morte della vita ciò che ti rende felice e ciò che non ti rende felice i tuoi affetti …. ogni cosa che ti appartiene influenza ha un suo spazio fisico dentro il cerchio e tu sei la somma di tutti questi spazi. In oriente prima del consumismo intendo, adesso anche la maggior parte di loro pensano che saranno felici se avranno un suv …. ed ovviamente non lo saranno e questo farà partire un processo di negazione della propria infelicità che porta a risultati ovviamente grotteschi ….in oriente ti cevo le madri auguravano ai propri figli non il meglio ma l’equilibrio, l’equilibrio di tutto ciò che sta nel cerchio. Vedi all’interno del cerchio della visione dall’alto i tuoi abusi e le mie assenze sono meno dolorosi perchè il cerchio presuppone non una missione non un traguardo ma un equilibio. In altre parole mi è andata male lì elà ma mi è andata bene qui e li. In altre parole ne la famiglia ne il sesso ne nessun altra cosa deve essere ossessivamente prioritari è sbagliato ed orrendo la nostra missione è meravigliarci della perfezione della terra e educarci a rispettarla creandone altra niente di più niente di meno. Come vedi il mondo va nell’altra direaione andiamo verso la distruzione di tutto paradossalmente perchè tutti abbiano un suv, risveglia la tua innocenza la tua meraviglia e lascia perdere questa massa assassini seriale e diseducata. Lunga vita Dora e corta morte.

    "Mi piace"

    • Ho letto, qualcosa condivido del tuo dire, ma su alcuni punti non sono pienamente d’accordo. Non ne farei una distinzione di luoghi, perché ognuno ha il suo lato positivo così come quello negativo, ma di epoche. Anche se anche nelle epoche possiamo trovare tutto ciò che esiste ora.
      L’egoismo e la violenza sull’altro sono sempre esistiti, ma se prima gli eventi venivano confinati in ambiti ristretti senza avere una divulgazione a largo raggio, oggi invece qualsiasi cosa accada viene subito riportata al di fuori dei confini del luogo dove è accaduto. Ciò che indigna è la consapevolezza che potremmo dire basta, ma non lo facciamo, non ci muoviamo, nonostante il progresso e la maggiore informazione.
      Per quanto mi riguarda ti informo che non ho perso la mia innocenza e la mia meraviglia. Il mio animo non è arrabbiato e chiuso al mondo, ma solo serio nella sua consapevolezza.
      Tu hai subito l’assenza, ma non credere che io non la comprenda, perché l’ho subita anch’io. Anche io mi sono sentita rifiutata, tanto più se guardiamo al mio allontanamento fisico. Non per questo mi rinchiudo nel mio vittimismo, se lo facessi sarei al pari di chi vorrei combattere.
      Dimenticavo: Io non ce l’ho un suv 😉 Non tutti hanno un suv…

      "Mi piace"

  30. Non sapevo. Brava! Sulle tristezze e sui brutti momenti del passato, chi è forte, vi costruisce grandi castelli d’oro. Ed è ancora più bello che tu, a tua volta, dia forza a tutti coloro che ora si trovano soltanto in neri e interminabili corridoi dai quali non si intravede luce. Sappiano che tu, e quanti come te, siete là fuori pronti ad accoglierli con una lanterna accesa. Un caro saluto.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.