Con una favola vi auguro Buon Natale

Qualche tempo fa Tati, Ivanof e Io (ho messo il link anche per me, nel caso non abbiate capito chi Io sia) abbiamo chiesto a Ysingrinus di disegnarci alcuni animali. Tati ha voluto uno Scoiattolo, Ivanof un Tucano e io una Zebra a Pois, che però non è tanto a pois. Questi ed altri disegni (Bosco e Rosafante) realizzati da Ysingrinus hanno a loro volta chiesto di far parte di una favola.

Oggi leggerete la favola che ho scritto per i disegni di Ysingrinus. Infine, ringrazio Ysingrinus per aver permesso ai suoi disegni di diventare protagonisti della mia favola.

Il mistero delle Ragnatele Oscuranti

wpid-wp-1439573799310“Sei riuscito a vedere fino a dove sono arrivate?”, chiese Zebra Dora, seria.
“Sì, sono quasi dappertutto.”, rispose Tucano Ivanof, tossendo. “Solo un edificio sembra libero.”
“Quale?”
“Una casetta colorata, ma non ho capito cosa sia”.
“E il resto? Neppure un filo d’erba libero, un albero?”
“No, niente! È tutto ricoperto da Ragnatele…”, e il suo sguardo divenne triste.
“E le persone?”
“Anche su di loro le Ragnatele hanno fatto presa, ma non mostrano disagio, quasi come se fosse normale così”.
“Va’ a chiamare Rosafante e Scoiattolina Tati. Dobbiamo decidere come agire”.
wpid-img_20150902_091832Zebra era preoccupata, quella città rischiava di scomparire per sempre. Era stata Tati a scoprirla, ma non era riuscita ad entrarci, perché le Ragnatele non permettevano nessun passaggio.
“Ragazzi, domani ci troveremo ad affrontare le Ragnatele Oscuranti. Non sarà facile, vi avverto, ma dobbiamo agire o le persone che abitano quella città perderanno per sempre la memoria”.
“Le spazzerò via con un soffio!”, si offrì Rosafante, sollevando la proboscide.
“Mi dispiace amico mio, non credo sia il metodo giusto. Neppure il vento più forte può nulla contro di loro”. Quindi, con la zampa disegnò un quadrato nel terreno. “Arriveremo da questo punto”, continuò, indicando l’angolo a nord-ovest. “Da qui raggiungeremo l’unico edificio rimasto libero. Scopriamo cos’è e capiremo come affrontare le Ragnatele”.

Il mattino dopo partirono ai primi raggi del sole. La città era distante diversi giorni di cammino, ma attraversando il Bosco dei Dolci Pensieri sarebbero arrivati in pochi minuti. Esso, infatti, permetteva a ogni Buon Intenzionato di raggiungere la sua meta senza fatica.sentierobosco
Appena arrivarono videro Ragnatele ovunque, sulle case, sulle macchine, nei parco giochi, nelle strade.
“Come faremo a passare?”, chiese Tati, sconsolata.
“Ci penso io!”, intervenne Rosafante, che, senza indugiare un attimo, sollevò con la proboscide quella specie di telo grigio e soffiò tanto fino a farlo star su a formare un tunnel.
“Presto!”, li invitò Tucano Ivanof. “Facciamo presto o si attaccheranno anche su di noi!”
“Di qua!”, gridò Zebra, e indicò un passaggio.
Sbucarono in una piazzetta stranamente libera, circondata da alberi altissimi ricoperti da Ragnatele.
“Ecco perché non l’avevo vista dall’alto. Sembra rinchiusa in una grotta!”, disse Tucano sbalordito.
scoiattolo“Guarda che colori!”, esclamò Tati, saltellando sulle piastrelle dai mille colori. “Perché qui è tutto così bello e luminoso?”, chiese curiosa.
“È ciò che intendo scoprire!”, disse Zebra Dora puntando ad un cancello fatto di tantissime matite colorate. Si avvicinò con cautela e lo aprì.
“Ecco, è quello l’edificio di cui ti ho parlato!”, esultò Ivanof.
Davanti a loro comparve, in tutta la sua bellezza, una casetta con le facciate dei colori dell’arcobaleno, e ovunque macchie di colore e matite.
“Che meraviglia!”, esclamò Rosafante. “Ma cos’è?”
“La porta è chiusa!”, fece notare Zebra. “Ivanof, guarda se le finestre sono tutte chiuse…”
Il Tucano spiccò il volo e perlustrò ogni parete, ma ritornò sconsolato. “È tutto ben chiuso!”, riferì con delusione.
“Forse ho un’idea!”, intervenne Tati, e, senza aspettare risposta, corse ad arrampicarsi su per la grondaia. Poco dopo aprì la porta facendo entrare tutti. “C’è una tegola rotta, è stato facile spostarla e entrare!”, informò felice.

I quattro amici si guardarono intorno sbalorditi. Non potevano credere ai loro occhi. Quella casetta era piena di colori. C’era di tutto: vernici, matite, pennarelli, pastelli…
rosafante“Ho capito!”, esclamò Rosafante. “Le Ragnatele Oscuranti hanno paura dei colori, per questo non si sono avvicinate a questo posto”.
“Quindi, tutto il resto della città non ha colore?”, chiese Tati.
Tucano, che fino ad allora era rimasto muto, ipotizzò che probabilmente la gente aveva messo da parte i colori per praticità, per non distrarsi e perdere tempo guardandoli. Perché il tempo era poco e lo volevano spendere fino all’ultimo istante per cose più importanti.
“Ma quali possono essere le cose così importanti da farti dimenticare i colori?”, si interrogò Zebra Dora.
“La velocità!”, spiegò Tucano. “La fretta, la necessità di fare tutto ti fa dimenticare di guardarti intorno. Succede anche a me quando volo velocemente, guardo se ci sono ostacoli, ma quasi non vedo il paesaggio”.
“Ma adesso cosa facciamo?”, chiese Rosafante impaziente.
“Spargiamo questi colori in giro!”, propose Zebra. “Se le Ragnatele si sono tenute lontano da essi, noi riusciremo a farle sparire colorando tutto.
E così fecero. Rosafante si occupò di soffiare in giro polvere di matite. Zebra e Scoiattolina dipinsero edifici e strade e Tucano seminò pennarelli e pastelli ovunque, perché le persone potessero vederli e ricordarne l’allegria. Ben presto, la città tutta ritornò ad essere piena di colore e le ragnatele si seccarono, scomparendo per sempre. Gli abitanti, per gratitudine organizzarono una grande festa con coriandoli e palloncini colorati, e promisero ai quattro eroi che non avrebbero più dato alla velocità un ruolo importante nella loro vita.

Dedico questa favola a tutti coloro che non vogliono dimenticare quanto sia colorata la vita

Dora Buonfino

393 pensieri su “Con una favola vi auguro Buon Natale

  1. “Ma quali possono essere le cose così importanti da farti dimenticare i colori?” anche la superficialità di chi è convinto che la sua visione grigia su molte tematiche importanti della vita debba essere adottata da tutti !
    È un racconto perfetto per il natale, complimenti Dora è veramente profondo ma allo stesso tempo adatto anche ai bambini. Il suo risvolto educativo lo rende completo e riuscire a scrivere un racconto BREVE completo di tutti questi elementi fondamentali è alla portata di pochi ! un bacio ❤

    Mi piace

  2. Gli animali hanno salvato i colori,le cose belle della vita,anche nella tua favola.Davvero molto bella! Ci vorrebbe un Bosco dei Dolci Pensieri davvero 😊 I colori visibili e quelli che abbiamo nell’animo sono le tra le cose più belle della vita 😊

    Mi piace

  3. Davvero un bel racconto.
    Quante volte ci dimentichiamo delle cose più importanti, perchè presi dalla quotidianità.
    Quante volte lasciamo che la pigrizia si impadronisca di noi, e non ci permetta di aprire gli occhi.
    Ciao

    K!

    Mi piace

  4. Veramente splendida: Ti sfrutto, non riesco a resistere 😍
    Augurio migliore non avresti potuto donarci…
    Grazie anche all’illustratore, ovviamente, che ti ha meravigliosamente ispirata
    P.s.: mi manca… Vado a cercarlo😉

    Mi piace

  5. Uau! Con una squadra di eroi così il successo era assicurato! 😉 Proprio bella, come si dice: per adulti e piccini… E con illustrazioni di qualità!
    (A quanto pare dovrò rassegnarmi a farmi chiamare ivanof! 🙂 )

    Mi piace

  6. E adesso posso andare a nanna sereno e felice: dopo una tale meraviglia di fiaba, narrata con garbo e cognizione, non mi resta che fare sogni magnificamente magici……
    Grazie infinite ed auguri ricambiati di cuore con un bacio scintillante di stelle natalizie…………

    Mi piace

  7. Che bella favola doretta!
    Scalda il cuore sai! Ah i colori… Come é balla la vita tutta allegra e gioiosa.
    C’e una puntata di masha e orso che amo da morire e lia canta tutta la canzoncina…
    Mascha fa un ritratto a tutti gli animali, ma con colori diversi. Loro si vedone si piacciono ed iniziano a colorarsi con i colori sulla tavolozza… Poi cn un tocco di pennello colorano ancje tutti gli alberi innevati…
    Che brava sei stata a regalarci questa storia bella bella con i disegni che son belli belli! Ma tu sai che voi siete due di qurlli di cu non perdo un post e che porterei con me sulla famosa isola eh!

    Mi piace

  8. Il tuo racconto è la cornice giusta per i disegni artistici di Ysi, un quadro perfetto!
    Armonia e dolcezza nelle tue parole mi hanno regalato istanti di pura magìa, quella magìa che s’incontra solo dentro una favola.
    Sei stata molto brava, hai mosso gli animali del caravanserraglio con straordinaria fantasia.
    Buon Natale Dora, un forte abbraccio ♥

    Mi piace

  9. Grazie per questa favola-racconto natalizio, che dimostra come i colori riescano a trasformare una vita grigia in una piena di positività.
    Allegria e colori vanno a braccetto.
    Complimenti, Dora e splendidi i disegni.
    Ti auguro che le prossime festività tu possa trascorrerle in serena letizia con quelli a cui vuoi bene.

    Mi piace

  10. wonderful story and drawings!
    Thanks for considering me as “colour” in your life.
    People like you, are not a simple colour, you colour the days and the nights of life, because you are very special!

    Buon Natale per te!
    josé

    Mi piace

  11. Com’è bella la tua favola, sei una “grande” scrittrice, se ne accorgeranno presto … disegni molto belli, insieme al tuo racconto fanno un connubio perfetto. Grazie, Dora, in questi mesi sei stata uno dei miei colori! Buon Natale, un abbraccio grande! ❤

    Mi piace

  12. Non ho letto la tua favola, Dora cara.
    Lo farò con grande piacere.
    Buon Natale, mia cara, per te e per chi è nel tuo cuore.
    Ore serene e dolci
    🙂
    gb
    A presto!

    Mi piace

  13. Natale è già passato e spero sia stato come tu desideravi. Colgo l’occasione per rinnovarti gli auguri per un buonissimo 2016 ricco di positività cara Dora
    Un abbraccio Elena.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...