Il Giardino Incantato

Oggi mi piacerebbe parlare di qualcuno che è stato capace di ridare ai bambini ciò che loro apparteneva: un giardino in cui incontrarsi e giocare. E parlare di appartenenza non è una romantica visione delle cose, ma la pura verità. Perché quell’angolo di verde, creato per i più piccoli, era poi stato rovinato dall’incuria e dall’abbandono. E si sa, quando non ci si prende cura delle cose, queste muoiono, perdendo lo scopo per cui erano sorte. Se poi è il Comune ad esserne proprietario ed i fondi per ristrutturare non ci sono, allora si finisce per dare per scontato che nulla sarà mai fatto e che la speranza di un recupero sia persa per sempre.

Così non è avvenuto per un giardino di Moncalieri, in provincia di Torino, che è stato “adottato” e salvato da Antonio Pavani ed un gruppo di volontari. Tutte persone “normali” che nulla hanno a che fare con le istituzioni e che, per questo lavoro, hanno impiegato il proprio tempo libero. Ora vi chiederete perché ci si è presi la briga di ristrutturare un parco, facendo le veci del Comune, quando si sarebbero potute raccogliere firme e aspettare che chi di dovere si desse da fare. Perché come dicono i volontari de Il Giardino Incantato:

Bisogna proporre azioni invece di limitarsi al lamento. Si devono cercare soluzioni e non evidenziare solo i problemi, facendo il primo passo anziché aspettare l’intervento di altri. E questo potrà avvenire solo se si smetterà di parlare dell’“io”, spostando l’attenzione sul “noi”.

Questo giardino ora è tornato a vivere. Non c’è più l’erba alta, le panchine rotte e i giochi per i bambini non sono più rovinati. Ed è tornato ad essere un luogo pieno di vita, con l’opportunità di far parte di nuovo del progetto “Città incantata”, nato per raccontare fiabe ai bambini nelle aree verdi pubbliche. Ed è appunto una fiaba a parlare di tutto ciò: un libro il cui ricavato servirà a mantenere in vita ciò che è rinato.

!cid_AAD6BC2F-57B1-4A0C-8F43-4FC70DA94A6F@lan!cid_0A33393E-F0C2-4E14-97FF-BF5C219FB7A3@lan

!cid_00081F1B-4FCC-46A4-98F8-395719427AA2@lanHomepage dell’associazione:

www.ilgiardinoincantato.eu

38 pensieri su “Il Giardino Incantato

  1. Grazie Dora! È questa l’Italia che vorremmo. Ma vorremmo che le istituzioni fossero più attente alle istanze sociali. Il fatto di ricorrere al volontariato testimonia l’inadeguatezza del sistema amministrativo. Grazie infinite per questo post. Incantevole! Ciao, Piero

    Liked by 1 persona

  2. Ciao Dora. sono d’accordo con te. Occorre essere positivi e propositivi, raccontare, far conoscere, prendere posizione e agire. Sono convinta che le piccole azioni siano importanti. E con le piccole azioni si cambia il mondo

    Mi piace

  3. E’ bello vedere ancora un pò di civiltà in questo popolo che ormai si sta disgregando, patriotticamente parlando. Brava!!
    Già che passo di qua approfitto per lasciarti il link della mia categoria principale e ti invito a dare una letta a tempo perso a qualche mia storia. Ogni commento e recensione, cattiva o positiva è sempre ben accetta.
    https://afreeword.wordpress.com/category/5-words-for-one-story/
    Scrivo una storia a settimana partendo da 5 parole che uno sconosciuto mi da.
    Ti aspetto nel mio blog e intanto ti lascio il follow visto che sono sicuro troverò piacere a leggerti anche in futuro

    Mi piace

  4. Ciao! Passeggiando per la rete ho trovato il tuo blog, e credo che lo seguirò: In un angoletto di Torino abbiamo fatto negli anni scorsi un’azione simile per un piccolissimo giardino, solo un pezzetto di spazio verde, e adesso, dopoun poo di anni, è il comune che se ne prende cura. In molte cose, l’importante è cominciare. Bravi!

    Mi piace

  5. E’ solo un fiore

    ma te lo dono con amore

    Amore per l’amore

    senza nessuna pretesa

    Non si sente l’odore

    ma ha un potere raro

    non sfiorisce col tempo

    come le passioni umane

    E’ lo specchio senza vetro

    di un anima arresa

    un bacio come fiore

    per farsi ricordare.

    TonyM

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...